Luogo di incontro e di confronto, fisico e virtuale, che propone una variegata serie di rassegne culturali con presentazione di libri, serate conviviali, conferenze, mostre fotografiche, iniziative editoriali a tema.
Tutti sono invitati a partecipare, ma anche e soprattutto a proporre la propria idea, a raccontare il proprio progetto, a realizzare una idea comune di partecipazione al mondo culturale che gravita intorno al Caffè Letterario.

Il Caffè Letterario ha da sempre caratterizzato la vita intellettuale di molte città europee per oltre tre secoli, raggiungendo l’apice della sua fortunata condivisione di idee e di coinvolgimento intellettivo nella seconda metà del XIX sec. Davanti alle tazzine fumanti di caffè si sono intrecciate discussioni filosofiche e artistiche, sono nati manifesti politici e letterari, sono stati organizzati complotti, tanto che “non si potrebbe scrivere una pagina di storia né letteraria né artistica dell’Ottocento senza citare il nome di un Caffè” (P. Bargellini). Nel Caffè Letterario si incontrano i personaggi più creativi e brillanti della società civile, ma soprattutto di quella in-civile… fuori dagli schemi e dagli accademismi: letterati e filosofi, scultori e pittori, musicisti e artisti, religiosi e atei, devoti e blasfemi…

I locali nei quali si serve il caffè segnano la fine della taverna, tra “il tramonto della civiltà del vino, fatta di deliri, ebbrezze, invasamenti, e l’inizio della civiltà del caffè, fatta di riflessione, meditazione, chiarezza di idee” (daIl Caffè, periodico di Piero Verri). Il Caffè Letterario rappresenta così un punto di raccolta delle discussioni più svariate: un atanor che, mutuato dall’alchemico lavoro esoterico, si palesa al mondo con il compito di filtrare, attraverso la comunicazione e il dialogo, umori e aspettative del mondo moderno.
Il Caffè Letterario diviene luogo d’incontro e di discussione, un luogo reale-ideale dove creare le condizioni tali per cui si debba concretizzare la partecipazione attiva (con la discussione) e passiva (con la lettura) dei componenti. Un programma che si fonda sulla pluralità degli argomenti e sulla partecipazione di un pubblico molto vario che riesce, nello spazio del caffè, a realizzare una nuova forma di socialità che nasce dall’incontro di uomini e donne di ceti e culture differenti.


prossimamente: Il Concorso del Caffè Letterario